Libri – Le novità del 2012

2012: le novità in fatto di libri

2012: le novità in fatto di libri

Dopo i panettoni, gli spumanti e i regali, mancano solo i festeggiamenti del trentuno e il 2011 finirà, lasciando spazio al 2012. Scopriamo dunque che sorprese ci riserverà questo 2012 in fatto di libri e iniziative delle maggiori case editrici!

Cominciamo con Mondadori, che ci propone un iniziativa piacevolmente utile. Infatti, partirà dal 2012 la nuova collana “Le Libellule”, collana a prezzo ridotto che ci proporrà, oltre a nuovi autori, grandi opere di grandi scrittori come Andrea Camilleri, che la inaugurerà ufficialmente. Una collana dunque anticrisi, allo scopo di proporre al mercato buoni libri senza che debbano costare 25 euro (come sembra di moda ultimamente).

Feltrinelli invece, nota casa editrice anti-esordienti, inaugurerà l’anno con Betibù, il nuovo romanzo di Claudia Pineiro e con Tutto ciò che sono, di Anna Funder. Successivamente, tra le opere più di rilievo, troveremo negli scaffali anche Tutti i colori del mondo di Giovanni Montanaro e La meccanica del cuore di Mathias Malzieu.

Tra le altre novità troviamo Pessime scuse per un massacro, di Enrico Pandiani e Più alto del mare di Francesca Melandri, entrambi editi da Rizzoli. La stessa casa editrice, in corrispondenza del 62° Festival di San Remo, pubblicherà il senza dubbio capolavoro thriller di Pupo, si proprio lui, La Confessione. Giusto per rimanere nella qualità.

Pupo. Dopo il capolavoro della canzone italiana "Italia amore mio" cantanta assieme al Savoia, torna sotto i riflettori con il suo thriller "La Confessione"

Pupo. Dopo il capolavoro della canzone italiana "Italia amore mio" cantanta assieme al Savoia, torna sotto i riflettori con il suo thriller "La Confessione"

Einaudi ci proporrà Limbo di Melania Mazzucco, mentre inaugurerà l’anno con Romanzo Nero di Alberto Garlini, una delle più gustose novità della casa editrice.

Ricordiamo inoltre che il 2012 sarà l’anno delle presunte catastrofi, e le case editrici non si risparmiano di certo: Roberto Giacobbo, noto catastrofista di Voyager, ci inquieterà con il suo 2012: La fine del Mondo edito da Mondadori, mentre Sabrina Mugnos sarà in libreria con 2012: mito, scienza o finzione? Edito dalla MacroVideo. Parlando di romanzi, vedremo negli scaffali “L’ultima profezia – 2012 il testamento Maya, di Steve Alten edito da Newton Compton.

Concludendo, nessun super-nome previsto, ma qualità (come Garlini, Mazzucco e altri) e accessibilità (come la nuova collana low-cost di Mondadori). Sperando in qualche sorpresa o caso editoriale, vi facciamo gli auguri per un 2012 pieno di buone pagine.

Andrea

Annunci

5 Risposte so far »

  1. 1

    Laurie said,

    Pupo sarà sicuramente il mio primo acquisto dell’anno, giusto per cominciare in bellezza.

    Ma quello di Giacobbo non è roba vecchia? Perché mi è stato regalato tempo fa ormai (è ottimo per mantenere la testiera del letto, a cui manca uno dei due piedi, se può esserti utile saperlo). O ne ha scritto un altro?

    “Il diavolo, certamente” l’ho già prenotato nell’unica libreria semi-decente rimasta nella mia città (e che, generalmente, negli autori semi-decenti non include Camilleri, ma Moccia e Alberoni non mancano mai), così FORSE riuscirò ad averlo già per il 3.

    Buon 2012 cartaceo anche a te 🙂

  2. 2

    andreafurlan said,

    Pupo? Spero per te di no!
    A me ispira anche Romanzo Nero ma non lo so, la mia lista dei libri da leggere si allunga di giorno in giorno, vedremo.

    Camilleri meriterà sicuramente!

    🙂

    • 3

      Laurie said,

      Eh, in effetti anche la mia lista è già bella lunga, e siamo solo al 30 dicembre! Mi sa che dovrò sacrificare qualcosa anche io, anche se è a malincuore che farò a meno del capolavoro di Pupo 😛

      Mi vergogno di ammettere di non aver mai letto nulla di Garlini, anche se ho Fùtbol Bailado nella lista 2012 xD Ma in effetti, già che mi “trovo”, tanto vale cominciare ad acquistare anche l’ultimo romanzo. Alla fine, da quel che ho sentito, è un autore con cui si va abbastanza sul sicuro, almeno considerati i miei gusti.

  3. 4

    andreafurlan said,

    Si Garlini ha sempre meritato. Fùtbol Bailado sinceramente non l’ho mai letto, il mio genere è più su altro, anzi diciamo che il mio genere non ha nome:)

    Ma tu che preferisci in quanto a generi?

    😀

    • 5

      Laurie said,

      Beh io, in realtà, trovo difficile fare una “lista” di generi che preferisco, perché mi trovo a leggere con piacere qualunque cosa, purché sia ben scritta, con una trama che mi prenda e, soprattutto, con personaggi che riescano ad affascinarmi.


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: